La musica come esperienza teatrale, il teatro come esperienza musicale.
Scelta di composizioni (2001-oggi)

Opere

Con Sandro Cappelletto, librettista di Un'infinita primavera attendo, nei Giardini della Filarmonica romana. Fotografia di Manuela Giusto

2001 Trio per tenore, oboe e viola (su testi di Boiardo, Apollinaire, Marino; Sala Accademica del Conservatorio di Roma)

2003 «Because these wings», da Eliot, per soprano, violoncello e pianoforte (Roma, Università di Tor Vergata)
2006 Quaerendo, per orchestra di quindici archi solisti (Roma, Università del Sacro Cuore)
2006 Ritagli, per trio d'archi e recitante (Roma, Parco della musica)
2007 Nimzowitsch, per orchestra (Weimar, Neue Weimarhalle)
2007 La forma della casa (ciclo di poesie di Valerio Magrelli), per due soprani, tromba, percussioni, viola (Monaco di Baviera, Hochschule für Musik)
2008 Musica per Una ballata e qualche canzone. Concerto per T.S. Eliot, di e con Giorgio Albertazzi
2008 Quaerendo, parafrasi da concerto (Londra, Istituto italiano di cultura)
2010 (ex)positio, per orchestra (Roma, Teatro Olimpico)
2012 Bonn!, per violino solista (Roma, Accademia Filarmonica Romana)
2013 La stanza di Lena, di Renata M. Molinari, atto unico (parte del dittico Donna, serva della mia casa; Roma, Teatro Olimpico)
2014 «Piroscafo casa di fuoco» (testo di Valerio Magrelli) per soprano e violoncello (Venezia, Gran teatro la Fenice)
2015Un eroe, di Renata M. Molinari, atto unico (parte del trittico La guerra giusta, apertura del 52° Festival di Nuova Consonanza, Roma, Teatro Palladium)
2016 Un'infinita primavera attendo, di Sandro Cappelletto, dedicata ad Aldo Moro nel centenario della nascita (Roma, Accademia filarmonica romana)
2017 Superstiti (ciclo di poesie di Michele Sovente) per due voci, due violini, violoncello e contrabbasso



Recensioni Donna serva della mia casa

Recensioni Un'infinita primavera attendo
menù e contatto
×